Stile Abito Degli Puro Pigiama Cotone Il Kimono Da Fancy Set Vestito Sposa Giapponese Lo 05 Veste Uomini Pumpkin
La esposizione fotografica ritrae 36 persone provenienti da dodici Paesi di Africa, Asia e America Latina che, come suggerisce il nome, hanno fra le mani il proprio destino.
© Jean-Pierre GrandjeanBlu Con Pain Maglietta And Mr Maniche A Meeseeks Is Uomo Morty Corte Rick Existence FBAqg6x
Luogo
Palazzo federale
Bundesplatz 3
Bern
01 agosto - 28 settembre 2018

A partire dal 1° agosto 2018, le porte di Palazzo federale si sono aperte per accogliere l'esposizione del fotografo Jean-Pierre Grandjean "Destins en mains" organizzata da Helvetas. I visitatori avranno la possibilità unica di visitare il Palazzo del Parlamento e nel contempo di poter vedere questa imponente esposizione fotografica. La mostra sarà esposta a Palazzo federale sino al 28 di settembre. Per poter vedere l'esposizione, le visitatrici e i visitatori devono prenotare una visita guidata del Palazzo del Parlamento.

L'esposizione

Fra l'autunno del 2013 e la primavera del 2014, il celebre fotografo Jean-Pierre Grandjean si è recato in Paesi partner di Helvetas in Africa, America Latina e Asia per fotografare le persone che prendono in mano il proprio destino. Elemento focale di quest'esposizione sono le mani, utilizzate per illustrare i frutti del lavoro delle persone fotografate, i quali assicureranno loro una sopravvivenza e un futuro. Le persone ritratte sono tutte attive in progetti che Helvetas realizza autonomamente o per conto della Confederazione. I progetti scaturiscono da iniziative locali e da persone che vogliono migliorare la loro condizione di vita e contribuire a un cambiamento concreto nelle loro società.

Le fotografie mostrano delle persone che prendono il proprio destino in mano, dando così un volto a tutti coloro le cui storie sono oggetto di dibattito politico. Tali ritratti dimostrano che un vero cambiamento è possibile.

Il fotografo

Appassionato di culture, civiltà e religioni, Jean-Pierre Grandjean è un fotografo umanista e un grande viaggiatore. Ha sviluppato una sua grammatica visiva, uno stile unico e coerente in tutta la sua scrittura fotografica. Autore di numerose esposizioni tra cui «Bouddha» nel 2003 al Musée de l’Elysée e «Magic Haïti» nel 2005 all’Espace Arlaud di Losanna, nel 2018 ha presentato delle immagini sul vudù al Musée d’Ethnographie di Ginevra. Ha inoltre pubblicato vari libri e reportage su riviste svizzere e straniere. Trovate maggiori informazioni sull’opera del fotografo su:
grandjean-photo.com